Qualcosa di forte che resiste

Oltre la guerra e la violenza…
Problemi di visualizzazione? Versione online

Logo di EMERGENCY Il campo di Ashti
Dona ora
EMERGENCY.IT
QUALCOSA DI FORTE CHE RESISTE
Nabil e Saja, ad Ashti in Iraq

Si chiamano Saja e Nabil, hanno venti e ventitré anni e nel campo profughi di Ashti si sono scoperti, innamorati… e alla fine, sposati.

Nella loro vita precedente, vivevano entrambi – senza conoscersi – a Dujail, una città di 100 mila abitanti a nord di Bagdad.

Nabil è arrivato ad Ashti nel 2014 in fuga insieme alla famiglia dalle violenze perpetrate dagli scontri tra ISIS ed esercito governativo. In un campo vicino, ha potuto riprendere gli studi, terminare l’ultimo anno e prendere il diploma di scuola superiore.

Saja viveva già ad Ashti insieme alla sua famiglia… quando sono arrivati i nuovi vicini di tenda: Nabil, i suoi fratelli e i suoi genitori.

“Non ero pronto a spostarmi ancora e ricominciare da zero”- racconta Nabil – ma quando ho conosciuto Saja ho cambiato idea: ci siamo presentati e quando abbiamo scoperto che venivamo dalla stessa città, abbiamo iniziato a chiacchierare.

Ci è voluto pochissimo perché me ne innamorassi perdutamente e che nel 2015 le chiedessi di sposarmi, dopo un anno di fidanzamento.”

“Sono sette i mesi del fidanzamento Nabil, non dodici!” – gli rimprovera dolcemente Saja, che aggiunge: “Il nostro matrimonio è stato bellissimo. Abbiamo organizzato la cerimonia nella cittadina di Arbat, quel giorno è stata una festa per tutti. Da Ashti sono venute circa 500 persone. Sono tantissime le famiglie che vivono qui.”

Mentre aspettano che nella loro città natale vengano ricostruite le case, le scuole e gli ospedali, Saja e Nabil restano qui insieme a quello che hanno di più prezioso: i loro due figli, di tre e un anno. 

Una brutta influenza ha costretto Nabil a rivolgersi al nostro Centro sanitario, dove dal 2015 abbiamo effettuato oltre 300 mila visite. È proprio all’ingresso del Centro che scattiamo questa foto.

“Vogliamo garantire ai nostri figli il futuro che meritano” – dice Nabil.

Oggi è San Valentino anche in Iraq, dove c’è qualcosa di forte che resiste, oltre la guerra, la violenza, l’insicurezza e la paura. Non è forse l’amore?

Tanti auguri ragazzi, da parte di tutti noi.

CONDIVIDI SU:
TESSERA
REGALA LA TESSERA 2020 DI EMERGENCY
Regala la Tessera 2020 di EMERGENCY
Lo sapevi che puoi regalare la Tessera 2020 di EMERGENCY?

Anche il giorno di San Valentino scegli di stare dalla parte dei diritti umani e regala a una persona cara la nostra Tessera 2020. 

“Diritti, sempre”: perché da sempre crediamo che il diritto alla cura debba essere riconosciuto a ciascun essere umano, senza distinzioni.

Con la Tessera 2020 di EMERGENCY puoi aiutarci a offrire cure gratuite e di alta qualità e promuovere una cultura fondata sulla pace.

Regala la Tessera
CONDIVIDI SU:
LIETI EVENTI
Il cubo solidale di EMERGENCY
SCEGLI LE BOMBONIERE DI EMERGENCY
Per festeggiare le occasioni speciali scegli le bomboniere di EMERGENCY e sostieni in modo concreto il nostro impegno per la cura delle vittime della guerra e della povertà.
Trovi tutte le nostre bomboniere nello shop online.

CONDIVIDI SU:
Acquista
INIZIATIVE
TUTTE LE INIZIATIVE DEI VOLONTARI DI EMERGENCY IN ITALIA

Banchetti, eventi, incontri di approfondimento… Sul nostro sito puoi trovare tutte le iniziative organizzate dai nostri volontari in Italia e sapere dove incontrarli per avere informazioni sulle attività umanitarie di EMERGENCY.

Scopri tutte le iniziative
Dona ora
EMERGENCY.IT
Emergency – Via Santa Croce 19 – 20122 Milano Tel (+39) 02 881881 Fax (+39) 02 86316336
Per disiscriverti da questa newsletter clicca qui
Informativa ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (GDPR): vai sul nostro sito e leggi l’Informativa completa per avere informazioni su come trattiamo i tuoi dati, sulle finalità e modalità del trattamento e sui tuoi diritti al riguardo. 
Per informazioni o richieste sul trattamento dei dati, scrivi a privacy@emergency.it“>privacy@emergency.it.

Qualcosa di forte che resiste ultima modifica: 2020-02-14T16:03:49+01:00 da Emergency

I proprietari delle newsletter possono richiedere di rimuovere il contenuto da loro creato e inibire le future pubblicazioni scrivendo a scrivimi@leggonewsletter.it

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.