Evening Post, le storie di oggi

13 febbraio 2019 

La sala riunioni del Post (ufficialmente “Sala Charlie Skinner“) fu una grande conquista di civiltà della nuova redazione del Post, tre anni fa: che ci permetta di fare delle riunioni è solo uno dei suoi pregi. Viene occupata variamente per fare telefonate, isolarsi per necessità di concentrazione, guardare la partita sulla tv grande, e altro. Ha due difetti: un’acustica pessima (non buono per una sala riunioni) e delle pareti vetrate su cui si sono nel tempo infranti a capocciate alcuni autorevoli ospiti non sufficientemente avveduti. Da tempo pensiamo di metterci quei gabbiani adesivi.

I titoli:
Dopo tre giorni di silenzio, Di Maio ha fatto autocritica.
Maurizio Gasparri ha detto che chiederà di negare l’autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini.
In Spagna non c’è più la maggioranza di governo, si andrà probabilmente a elezioni anticipate.
In Venezuela ci sono nuove manifestazioni contro Maduro.
Il Movimento 5 Stelle ha nuove regole per i candidati alle elezioni europee.
Salvini ha nuove priorità.

Stamattina c’è stato un confronto su Twitter tra il direttore del Post e Carlo Calenda sul tema “burattino”. Delta Air Lines e easyJet sono in “trattative avanzate” per il salvataggio di Alitalia, secondo Bloomberg News.
In Canada hanno trovato un altro piede mozzato, il quindicesimo. Non ci sono serial killer di cui preoccuparsi, comunque: c’è una spiegazione. Un aereo neozelandese diretto in Cina ha fatto una misteriosa inversione di rotta. Gli Stati Uniti aumenteranno il numero dei loro soldati in Polonia.
La procura di Roma vuole processare Luca Barbareschi, accusandolo di aver fatto pressioni per ottenere diversi milioni di euro di finanziamenti.
Una ministra canadese si è dimessa: no, non per la storia del piede.

Avete notato il pallone, nella foto qui sopra? Vi sembra dentro o fuori dalla stanza? Siamo dovuti andare a controllare perché stava diventando come la storia del vestito. No, non ve lo diciamo dov’era.

La stanchezza a volte fa brutti scherzi. A volte invece fa dei refusi molto carini. La lettera che il servizio sanitario britannico manda alle famiglie dei donatori di organi ci ha molto commosso. In Australia riaprirà il controverso centro di detenzione per migranti dell’Isola di Natale. Sempre in Australia, un tribunale ha vietato l’apertura di una miniera di carbone parlando del suo potenziale contributo al riscaldamento globale, ed è una prima volta importante.
Gli interisti di redazione sono divisi tra sollievo e preoccupazione, su questa notizia. Speriamo che oggi le vostre strade non si siano incrociate col Belgio

Stasera in tv ci sono gli ottavi di Champions League – ma non gioca nessuna italiana – qualche film e i soliti programmi del mercoledì. Potrebbe essere la sera giusta per recuperare una delle serie tv che finiranno quest’anno. Non è rassicurante, sapere già che finiranno? Il meteo di domani è favorevole alle uscite romantiche, se ne avete una in programma. Se non ne avete una in programma, godetevi la bella giornata e aspettate la newsletter che arriverà come sempre. Ma romantica.
 

Cose da leggere

La famigerata analisi costi-benefici sulla TAV ha provocato diverse reazioni.

Per affrontare la ritrosia dei lettori a pagare per leggere i giornali molti ipotizzano da anni un “Netflix dei giornali”: ora ci sta lavorando Apple.

Non a tutti piace la giovane deputata americana che piace.

Facebook, giornalisti, molestie: una storia francese in cui c’è tutto.

Un ventunenne texano è così forte che ha dovuto – e potuto, soprattutto – scegliere se diventare un giocatore professionista di football o un giocatore professionista di baseball. Indovinate cos’ha scelto.

Condividi facendo autocritica

Twittera

Manda a qualcuno

Continua sul Post

Copyright © 2019 Il Post, All rights reserved.

Puoi controllare i tuoi dati o non ricevere più questa newsletter
E puoi inoltrare questa newsletter a chi vuoi, oppure registrarti qui se te l’ha inoltrata qualcuno che ti vuole bene. Grazie.

Evening Post, le storie di oggi ultima modifica: 2019-02-13T18:19:25+02:00 da il Post
I proprietari delle newsletter possono richiedere di rimuovere il contenuto da loro creato e inibire le future pubblicazioni scrivendo a scrivimi@leggonewsletter.it

Hai ricevuto anche tu questa Newsletter? Cosa ne pensi?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.