Italia/Francia in Europa, Germania e difesa Ue, Macedonia e Nato, reddito di base in Finlandia

Se non si visualizza correttamente questa e-mail cliccare qui
Italia/Francia in Europa, Germania e difesa Ue, Macedonia e Nato, reddito di base in Finlandia
12 febbraio 2019

L’Italia Cinque Stelle/Lega arriva questo pomeriggio a Strasburgo, stavolta per illustrare – con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte – la propria visione sul futuro dell’Europa dal podio che il Parlamento europeo riserva ai leader dei 27. La missione del premier in terra di Francia arriva in un momento in cui sono alte le incomprensioni tra Roma e Parigi, iniziate con le accuse sull’uso del franco Cfa in Africa e culminate con il richiamo dell’ambasciatore francese.

Il clima teso fa naufragare di fatto la volontà politica di mettere mano a un Trattato bilaterale di cooperazione Italia-Francia, nella scia di quello rinnovato ad Aquisgrana da Merkel e Macron. La rinnovata intesa franco-tedesca nell’ottica della costruzione della difesa europea è anche la chiave di lettura per comprendere l’acquisto da parte di Berlino di Eurofighter al posto degli F35. E mentre la Macedonia del Nord avvia le procedure per aderire alla Nato, la Finlandia valuta l’esperimento del reddito di base.

ARTICOLI
Dopo richiamo ambasciatore francese
Italia/Francia: rapporti tesi verso le elezioni europee

di Jean-Pierre Darnis

Il pessimo rapporto fra Francia e Italia è ormai diventato un luogo comune della politica italiana e, in minore misura, della politica francese. Le relazioni bilaterali non sono mai state veramente buone negli Anni 2000, ma solitamente i contrasti sui…

Gli interessi economici di Parigi in Africa
Francia: Franco Cfa, legame a doppio filo con le ex colonie

di Luca Barana

L’influenza francese nel continente africano e l’ambizione di Parigi di ricoprire un ruolo da protagonista in Africa non sono certamente un mistero. Una conferma indiretta dell’interesse francese a mantenere il proprio status sulla scena africana è giunta quando il Ministero…

Tecnologia e politica
Difesa: la Germania sceglie i caccia europei, non gli F-35

di Alessandro Marrone

La Germania deve sostituire nei prossimi 5-10 anni fino a 90 velivoli da combattimento Tornado in dotazione alle proprie forze armate, giunti al termine della loro vita operativa. Nella scelta della nuova piattaforma, per un appalto da circa 15 miliardi…

I risultati dell’esperimento del governo
Finlandia: reddito di base, più felicità, pari lavoro

di Gianfranco Nitti

L’esperimento per il reddito di base intrapreso in Finlandia ha aumentato il senso di benessere dei partecipanti anche se non ha avuto effetti sui livelli occupazionali: lo ha reso noto il governo in un seminario dove ha presentato i risultati preliminari…

Balcani e integrazione euro-atlantica
Macedonia del Nord: primi passi verso l’adesione alla Nato

di Valbona Zeneli

La Nato ha mantenuto la promessa di tenere la sua porta aperta. Da mercoledì 6 febbraio, la Macedonia del Nord è stata formalmente invitata a diventare il trentesimo Stato membro dell’alleanza. Una storica decisione che ha un significato enorme per…

Dopo la visita del papa ad Abu Dhabi
Cristianesimo/Islam: il dialogo continua tra luci e ombre

di Emmanuela Banfo

In “Not in God’s Name” il rabbino e teologo  Jonatham Sacks ci ricorda che ebraismo, cristianesimo e islam “si definiscono come religioni di pace e tuttavia tutte e tre hanno dato origine alla violenza in alcuni momenti della loro storia”….

ULTIME DAL BLOG

Dal blog Finestra sull’Europa

Stavolta voto per contare in Europa

di Studenti FiSE

IN EVIDENZA

SEGNALAZIONE
Gino Bartali: Una bici contro il fascismo, di Alberto Toscano

Gino Bartali: Una bici contro il fascismo, di Alberto Toscano, Baldini&Castoldi 2019, pag. 197, euro 17.

© 2019 AffarInternazionali – www.affarinternazionali.it

Questa email è stata inviata a f************************

Per cancellarvi dalla nostra newsletter, è sufficiente cliccare qui

.

Italia/Francia in Europa, Germania e difesa Ue, Macedonia e Nato, reddito di base in Finlandia ultima modifica: 2019-02-12T13:30:08+02:00 da Affari Internazionali

I proprietari delle newsletter possono richiedere di rimuovere il contenuto da loro creato e inibire le future pubblicazioni scrivendo a scrivimi@leggonewsletter.it

Hai ricevuto anche tu questa Newsletter? Cosa ne pensi?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.