Il nostro 2019 è iniziato così – Newsletter di gennaio

E-newsletter di Gennaio 2019 N°276
Versione web

DONA ORA
I primi nati del 2019
I primi nati del 2019
Il nostro impegno è garantire un parto sicuro alle mamme

Il primo vagito di un bambino. È con questa emozione che in diverse parti del mondo i nostri operatori umanitari hanno festeggiato l’inizio del nuovo anno aiutando tante mamme a partorire in modo sicuro.

I nostri primi nati del 2019 vengono da Afghanistan, Costa d’Avorio, Honduras, Iraq, Niger, Tanzania, contesti difficili in cui siamo presenti con progetti di assistenza prima, durante e dopo il delicato momento del parto.

Troppo spesso dare la vita significa anche perderla. Un parto non sicuro mette a rischio sia la vita del bambino che della mamma: ogni anno circa 300.000 donne nel mondo muoiono per condizioni mediche legate a una gravidanza. Che si tratti di un conflitto, un disastro naturale o un’epidemia, le donne hanno bisogno di cure specifiche: insieme ai bambini, sono tra i nostri pazienti più numerosi e maggiormente seguiti. Nel 2017, abbiamo offerto assistenza per 288.900 parti.

Il nostro impegno è continuare a essere sempre presenti dove c’è più bisogno di noi. Il nostro augurio è che questi bambini crescano sani e felici insieme alle loro famiglie. In lingue diverse, le loro mamme hanno espresso gli stessi desideri, che i loro figli possano diventare grandi, studiare e vivere in un futuro di pace.

LEGGI LA NEWS ►
Aiutaci a fornire assistenza e cure alle donne

La maggior parte delle morti per complicanze legate alla gravidanza sono prevenibili. Con il tuo sostegno possiamo continuare a garantire l’accesso tempestivo a personale medico qualificato e a cure decisive per salvare la vita a molte donne e ai loro bambini.
Sostieni il nostro impegno per la salute materno-infantile.
DONA ORA ►

News
Indonesia, il nostro intervento
Indonesia

In risposta allo tsunami che ha colpito lo Stretto di Sunda, con medici, infermieri, promotori della salute, ostetrici, logisti, abbiamo supportato i centri sanitari di Labuan e Carita e portato avanti tre cliniche mobili che forniscono assistenza sanitaria in 17 villaggi o centri per la salute.
Leggi ►
Yemen, un conflitto devastante
Yemen

Quattro anni di conflitto hanno devastato gran parte della società yemenita. Il sistema sanitario è collassato. Sempre più persone lottano per trovare il cibo. Con più di 2.200 operatori umanitari impegnati nel paese, è il nostro più grande intervento in una zona di conflitto.
Leggi ►
I nostri desideri per il 2019
I nostri desideri per il 2019

Anche quest’anno continueremo a lavorare, come facciamo da ormai 20 anni, per garantire a tutti l’accesso a trattamenti salvavita e di qualità a prezzi giusti. Perché i farmaci non dovrebbero essere un lusso e faremo tutto il possibile per esaudire i nostri cinque desideri.
Leggi ►
Foto che valgono più di mille parole
Abbiamo scelto 12 scatti per raccontare il nostro 2018. In fuga da guerre e violenze, o colpiti da malattie o disastri naturali, dietro ciascuno dei nostri pazienti c’è sempre una storia unica.
Guarda le foto►

Guarda le foto
Sostienici
NUOVI PROPOSITI PER IL 2019
Nuovi propositi 2019

Hai già scritto i tuoi propositi per il nuovo anno? Il nostro è di continuare a portare cure ostetriche e pediatriche a migliaia di donne e ai loro bambini. Scegli di essere al nostro fianco in ogni missione, diventa un donatore MSF! Bastano 30€ per garantire 32 paia di guanti da ginecologo nei nostri ospedali.
DONA ORA ►
Lo sai che il tuo testamento è per la vita?
Lo sai che il tuo testamento è per la vita?

Trasformeremo il tuo lascito in cure mediche, ovunque nel mondo e con la serietà di sempre. E se in radio non hai potuto ascoltare Federica e Willi raccontare del loro testamento per noi, leggi la loro testimonianza.
Scopri di più ►
Parti con noi
Cerchiamo medici (ginecologi, pediatri, infettivologi, chirurghi e ortopedici), ostetriche, responsabili Water and Sanitation, psicologi e psichiatri. Richiediamo per tutti i ruoli un’esperienza lavorativa significativa e conoscenza del francese e/o inglese.
Per tutti i profili richiesti visita il nostro sito ►
Eventi
Film-documentario “Dove bisogna stare”
Dal 17 gennaio nelle sale cinematografiche “Dove Bisogna Stare” il film-documentario diretto da Daniele Gaglianone, scritto con Stefano Collizzoli, prodotto da ZaLab in collaborazione con MSF, sulla società civile che accoglie. Torino, Milano e Roma le prime tappe del tour di proiezioni in tutta Italia. Elenco completo degli appuntamenti è consultabile su www.zalab.org oppure www.facebook.com/zaLab

Film “Maman Colonelle” a Roma
14 gennaio ore 20 – Institut français, Centre Saint-Louis – Largo G. Toniolo, 20-22 – Roma
Proiezione del film “Maman Colonelle”, di Dieudo Hamadi, sulla storia di una colonnello congolese che istituisce il primo corso di difesa personale per le donne vittime di violenza nella regione della Repubblica Democratica del Congo con il più alto tasso di stupri. Segue dibattito con François Dumont, Direttore Dipartimento Comunicazione & Advocacy MSF Italia e Patrizio Carnevale, ostetrico e operatore umanitario.
Evento su Facebook ►

Testimonianza dai contesti di guerra
18 gennaio, ore 16 – 18 – Libera Università per Adulti di Jesi, Largo San Francesco – Jesi (Ancona)
In collaborazione con la Libera Università per Adulti di Jesi, incontro dal titolo “Medici Senza Frontiere nei contesti di guerra: testimonianza e riflessioni”. Interviene Riccardo Grifoni, chirurgo e operatore umanitario MSF con esperienza nei contesti di conflitto.
Desk con materiale informativo e merchandising solidale a cura dei volontari di Ancona.
Evento su Facebook►

SEGUICI SU
facebook Twitter Instagram google plus Linkedin
Privacy: Medici Senza Frontiere ti comunica che i tuoi dati personali sono trattati nel rispetto del Regolamento europeo 679 del 2016 e che l’informativa completa con i tuoi diritti può essere visualizzata sul sito internet dell’associazione alla pagina  mst.it/privacy
Disiscrizione

Il nostro 2019 è iniziato così – Newsletter di gennaio ultima modifica: 2019-01-11T12:08:33+01:00 da Medici Senza Frontiere

Hai ricevuto anche tu questa Newsletter? Cosa ne pensi?

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.